Territorio

Sede di Calco

Sede di Calco

La sede principale dell’azienda Cantine Pirovano si trova nella Brianza collinare della provincia di Lecco, precisamente ad Arlate, nel Comune di Calco. La località si colloca in un punto strategico, a metà strada tra due importanti città lombarde: Lecco e Bergamo, che sono raggiungibili in appena mezz’ora di auto.

Calco sorge sulle colline lambite dal fiume Adda, a pochi passi dal centro di Arlate ci si può trovare immersi nel suggestivo Parco Naturale Adda Nord che prevede diversi itinerari da percorrere a piedi seguendo i sentieri che si snodano in tutto il parco, avendo, inoltre, la possibilità di attraversare il fiume da una riva all’altra salendo a bordo del famoso traghetto a mano progettato da Leonardo, peraltro, unico modello rimasto ancora funzionante.

Riguardo la storia di questo territorio è noto che la Brianza abbia subito nel corso dei secoli numerose dominazioni: le prime informazioni riguardo gli abitanti di quest’area risalgono al 400 a.C. quando i Celti si insediarono per primi nel territorio; in seguito, la Brianza venne dominata in successione dai Romani, dai Longobardi, per poi passare nelle mani dei Franchi.A partire dall’XI sec. d.C. alternarono l’egemonia sul territorio la Francia, la Spagna e l’Austria, fino al 1861, data della costituzione del Regno d’Italia.

Sebbene l’economia della Brianza oggi si basi principalmente sull’avanzato apparato industriale, non mancano aree destinate all’agricoltura perlopiù concentrate nella Brianza lecchese. In quest’area collinare infatti, vengono coltivati cereali quali l’orzo, mais e foraggio per gli allevamenti della zona, ma anche ortaggi, erbe officinali, fiori, frutta e vigneti.

Proprio la viticoltura ha costituito per secoli una delle risorse economiche principali di questo territorio, i primi documenti che provano la sua presenza sono datati al I sec. a.C. e l’importanza di tale pratica per l’economia brianzola rimase tale fino alla seconda metà del 1800, quando la diffusione della filossera distrusse quasi la totalità dei vigneti in quest’area.

Tuttavia, sebbene fino ad alcuni anni fa la viticoltura e la vinificazione in Brianza fossero attività finalizzate all’autoconsumo, negli ultimi tempi si è registrato un aumento incrementale del numero di aziende che affiancano all’attività di produzione, la vendita del vino. Questa tendenza, che fa ben sperare per il futuro della viticoltura nel territorio, è il risultato dell’impegno costante degli enti territoriali volto a promuovere il ritorno di tale attività in un’area favorevole come la Brianza.